So Cosa mi fa Stare Male: Come Faccio a Liberarmene?

02.06.2022
Una volta individuati quali sono i miei aspetti psicologici più difficili e i nodi del mio carattere da lavorare, come faccio a liberarmene?
Spessissimo dopo una lettura del tema natale mi viene posta questa domanda.
La risposta è una: CONSAPEVOLEZZA!

I tuoi automatismi psicologici li devi riconoscere quando si manifestano, devi sentirli, e quindi devi stare attento e vigile!

Il problema è che molti di voi si aspettano che dall'esterno arrivi sempre qualcuno che risolva i problemi.
Prendete medicine calmanti, andate dallo psicoterapeuta pensando che faccia miracoli.

Però non volete sforzarvi di fare l'unica cosa da cui trarreste veramente un beneficio immenso: stare attenti e vigili ai vostri meccanismi interiori.

Per esempio: la mamma da piccoli non vi riconosceva, adesso ogni volta che non vi sentite riconosciuti vi offendete e allontanate le persone.
Il papà urlava a casa: ogni volta che sentite un urlo andate su tutte le furie.
La ragazza (o il ragazzo) vi ha lasciato all'università: non vi fidate più delle donne (o degli uomini).
A casa i genitori non avevano denaro e vi hanno insegnato a avere terrore della mancanza: ogni volta che perdete denaro provate terrore!
Ecco: le vostre reazioni sono completamente automatiche e non comprendete nemmeno perchè reagite in un certo modo a determinati eventi. Vi scordate di come le reazione sono nate. Vi perdete nel vostro agire meccanico.

Alla fine finite per diventare robot in balia dei vostri automatismi, nati in famiglia o a scuola, e rinforzati dal tempo.

In pratica finite per diventare degli zombie privi di un minimo di libero arbitrio e vittime del vostro passato (karma).
Secondo voi sto esagerando? Se guardaste onestamente le vostre vite, e foste veramente onesti con voi stessi, non potreste in nessuna maniera darmi torto. E se foste intelligenti vi chiedereste immediatamente qual è la maniera per uscire da tale stato, perchè una vita del genere oltre a non avere nessun valore fa veramente schifo.
Alcuni, purtroppo pochi, hanno capito che una scappatoia però c' è: CONSAPEVOLEZZA!
Se io sono vigile e attento, se osservo me stesso quando reagisco emozionalmente e mentalmente a certe situazioni, allora posso iniziare a comprenderne le motivazioni. Posso iniziare a studiare le mie reazioni e conoscermi, e in questo modo:


a. Acquisisco un certo grado di libertà, perchè dentro di me una parte della mia coscienza si ribella all'automatismo. Divento quindi un po' meno zombie e vittima di me stesso

 

b. Posso iniziare a liberarmi all'automatismo stesso, inizialmente controllandolo meglio e poi dissolvendo del tutto perchè decido di cambiare atteggiamento (individuandone magari nel contempo anche le cause).

 

Vi sembra nulla? Questa è la medicina più grande che potete assumere: CONSAPEVOLEZZA.
Perchè non la usano tutti questa medicina?


1. Perchè nessuno vi ha mai detto che è possibile osserve gli automatismi pensiero/emozione dall'esterno.


2. Perchè all'inizio rimanere vigili è difficile, occorre molta energia.


È vero che all'inizio la pratica della consapevolezza comporta sforzo, ma alla fine diventa una cosa naturale come il bere o il mangiare. Serve solo lo sforzo iniziale.
Dunque, se vuoi essere felice, libero, padrone di te stesso, inizia a essere consapevole.
Il mondo è pieno di zombie in preda ai loro automatismi e se provi a chiedergli se sono liberi ti risponderanno senza ombra di dubbio: si! Eppure tu adesso sai la verità.


Ricoda: gli automatismi creano solo dolore e infelicità. Ti mangiano l'anima, alla fine tu vorresti essere te stesso ma non puoi perchè la tua meccanicità ti spinge a fare cose che magari odi anche. E in tutto questo alla fine del tuo il tuo IO vero, con tutti i suoi desideri e i suoi sogni, non ne rimane che il lontano ricordo.
Liberati!


Phil Diamond