Vite Passate

28.09.2019

Ho notato che molti di voi attribuiscono un importanza esagerata alle vite passate.
Vorrei farvi notare che se la natura non vi permette di ricordarle, è perché non vi sarebbe in nessun modo utile conoscerle, ed anzi sarebbe addirittura deleterio. Solo in casi sporadici o come risultato di una lunga pratica spirituale ricordi spontanei di esistenze precedenti possono riaffiorare dal nostro subconscio.
Ad ogni modo, tutte le vite passate sono riflesse in quella attuale, perfino (quasi) tutti i vostri rapporti con le persone che incontrate si riflettono in questa esperienza ed esistono per regolare relazioni che non siete riusciti a equilibrare in esistenze precedenti. 

Lavorare bene su voi stessi in questa esistenza, liberarvi da convinzioni limitanti ed esaurire le relazioni con persone tossiche di cui non riusciate a liberarvi (senza provare verso di essi nessun tipo di rancore o attaccamento) o con individui con i quali non avete più niente a che spartire significa eliminare il karma delle vite passate, senza dover capire necessariamente come e quando queste relazioni sono nate. 

Quando sarete in grado di vivere in uno stato di distacco amorevole verso tutto e tutti (compresi voi stessi), niente più vi legherà a questo pianeta, e non avrete più necessità di incarnarvi. Questo è tutto. Anche se ciò è possibile in una sola vita, capite però che non è facile e ci vuole tempo.