Antichi Misteri

15.05.2020

Per molti Dio è un concetto vago ed astratto, un entità onnipotente esterna all'uomo che controlla il creato e che può tutto. Costoro sono devoti a Dio e cercano di servirlo.
Per gli esoteristi e gli antichi filosofi iniziati Dio è la perfetta intelligenza impersonale che governa la vita. Essi non riconoscono un Dio esterno, poiché considerano Dio essere dentro ogni cosa sottoforma di intelligenza e proposito amorevole.

Essi, al contrario dei primi, non sono solo devoti a Dio, ma cercano di comprenderne le leggi impersonali.

Sono dunque in primo luogo degli amanti della vita, e poi degli scopritori. Chiaramente le loro investigazioni non finiranno mai, perché la divina intelligenza che genera e mantiene in esistenza ed in armonia perfetta l'intero creato si manifesta sempre in maniera varia e su diversi livelli. In base al proprio grado di sviluppo interiore ed al proprio livello di coscienza é possibile apprendere solo determinate leggi. 

Queste leggi sono "misteri" per i non iniziati.  Nelle scuole di saggezza antiche (le cosiddette scuole misteriche) si preparavano e si addestravano gli allievi a comprendere questi misteri.